0
Dubsmash
Da circa tre mesi l'app è scaricabile gratuitamente per iPhone e Android (oltre i 10 milioni di download): facile da usare, richiede solo di aprire un account, scegliere la frase preferita e poi vai di playback.
Infine lo si potrà condividere su Whatsup o Facebook. Man mano aggiornata e arricchita, Dubsmash ora spopola in Italia, dove si può inviare agli amici Berlusconi che annuncia (con la vostra faccia) «l’Italia è il Paese che amo», il Filini tennista che grida a Fantozzi «allora, ragioniere, che fa, batti?» o le frasi di Gomorra-La serie. Da Francesco Totti che imita Cristiano Ronaldo all’immancabile Belén che cita Full Metal Jacket, le celebrità alimentano il successo di un gioco fra narcisismo e ironia. Che, secondo la logica “liquida” del web, sbriciola i diritti d’autore (i fondatori hanno detto di essere sempre pronti a rimuovere qualsiasi contenuto: sembra una battuta). Ma, intanto, nascono le prime star: come Carlotta Minutillo, 19enne torinese che ha superato le 3,7 milioni di visualizzazione di un collage dei suoi video. Già denuncia tentativi di imitazione su Facebook. Imitatori dell’imitatrice. Qui giù il video





Schermata di fine registrazione
Menu con le frasi da scegliere

Posta un commento Disqus

 
Top